Rimuovere Default Image Link in WordPress

WordPress ha una caratteristica, quella di inserire automaticamente un link all’immagine che si inserisce negli articoli.
Purtroppo  questa opzione non può essere definita nelle opzioni di default di WordPress, l’unico modo per cambiare tale opzione, è quella di usare un plugin.
Default Image Link in WordPress è un plugin che automaticamente imposta WordPress all’impostazione “Nessun link all’immagine”.
In questo modo non dovremmo più ricordarci di settare questa impostazione.
Il plugin è gratuito e non ha opzioni particolari.

noimagelink

 

Di sicuro il plugin permette di risparmiare molte ore a qualunque blogger che usa WordPress.

Inserire Video Youtube in File Excel e creare una playlist

Il seguente tutorial vuole spiegare come inserire e visualizzare video di youtube all’interno di un file Excel, utilizzando il controllo di Shockwave.

Per poter inserire questo controllo dobbiamo visualizzare nella barra ribbon di Excel la scheda Sviluppatori.

Per farlo clicchiamo su File -> Opzioni -> Personalizzazione Barra Multifunzione, sulla destra in Schede Principali, selezioniamo Sviluppo.

AttivaSviluppoExcel

Premiamo Ok per confermare, torniamo nel foglio di lavoro di Excel.

Selezioniamo la barra Sviluppo, clicchiamo su inserisci e clicchiamo su Altri Controlli:

InserisciActiveX

Selezioniamo Shockwave Flash Object e premiamo su Ok.

Disegniamo nel foglio Excel un riquadro dove andrà il nostro video di Youtube.

A questo punto pulsante destro su tale riquadro, e clicchiamo proprietà.

Cerchiamo la proprietà Movie e incolliamo per esempio questo url :

Chiudiamo la finestra Proprietà e clicchiamo sul pulsante Modalità Progettazione.

Nel video vediamo come creare una sorta di Playlist da scorrere utilizzando un pulsante di comando di Excel.

Per incollare il tuo video youtube devi avere un formato del genere:

/v/idvideo?autoplay=1, quindi quando prendi un url di youtube dovrai riscriverlo usando questa sintassi altrimenti il tutto non funzionerà.

Disqus al posto dei commenti classici di WordPress

disqus.com è un nuovo modo di postare commenti, non richiede alcuna registrazione da parte degli utenti che commentano, infatti chi vuole commentare può usare il suo account twitter o facebook.

In tal modo lo stesso commentatore è motivato a commentare, senza dover fare passaggi aggiuntivi.

Il plugin di Disqus è davvero semplice, per installarlo ci basta andare nella sezione plugin, aggiungi nuovo, e cercare disqus.

A questo punto clicchiamo su settings, loggarci con le nostre credenziali di Disqus e selezionare l’applicazione associata con Disqus, se no l’abbiamo ci viene presentato il link per crearne una nuova.

Una volta selezionata l’applicazione associata, automaticamente il plugin sostituisce i commenti classici di wordpress con il metodo di disqus.

Da notare che i commenti di Disqus sono meno soggetti a spam e permettono una migliore propaganda sel nostro sito/blog.

Disqus è gratuito, basta registrarsi per abilitare il sistema dei commenti.

Youtube impostazioni per salvare banda

Youtube permette di settare alcune impostazioni affinché si possa salvare banda.

Per cambiare le impostazioni di Youtube andiamo alla pagina : https://www.youtube.com/account_playback

A questo punto spuntiamo la scelta  Ho una connessione lenta. Non riprodurre mai video di qualità superiore

Se vogliamo inoltre possiamo disattivare le altre opzioni, in questo modo, possiamo evitare inutili richieste, Mostra annotazioni, promozioni del canale e schede interattive sui video, in questo caso leviamo la spunta.

Leviamo la spunta anche a Mostra sempre sottotitoli

Ci dovremmo ritrovare una scheda che assomiglia a questa immagine.

scheda_impostazioni_youtube

Mentre guardiamo un video settiamo sempre la qualità a 240p, 360p, se disponibile.  Settando a 240p, la dimensione del video che stiamo guardando cala sensibilmente. Per farlo clicchiamo sulla rotellina, per far apparire il menu di scelta qualità.

qualità_da_video

Se siamo un po’ pigri ed usiamo Chrome come browser, possiamo usare questa estensione ImprovedTube, con la quale possiamo impostare in modo automatico a 140p, 240p o quanto desideriamo.

Una volta installata l’estensione andiamo a settare i parametri, in modo tale che ad ogni video che guardiamo avremo le impostazioni desiderate.

Restando in tema settiamo la qualità a 144p, Annotations impostiamo a hidden, se non vogliamo vedere la barra laterale che contiene i video suggeriti possiamo settare “Sidebar Style” a hidden.

Per chi ha problemi di banda, o problemi a pagare la connessione questa estensione è davvero una manna.

Come importare dati Excel in WordPress

Con questo plugin possiamo veramente fare cose carine, possiamo per esempio importare file di Excel in pochi secondi, e mostrarli in una splendida tabella auto formattata con possibilità di ricerca, ordinamento per colonna crescente/decrescente, paginazione automatica.

Il plugin che usiamo è TablePress, plugin automatico, che permette di importare le tabelle da file csv o excel, o di crearle manualmente.

Il plugin non supporta la paginazione Ajax, per cui questa soluzione è valida con dati relativamente grandi.

Per una gestione via server dovremmo ricorrere ad altri plugin a pagamento.

Per ulteriori chiarimenti contatta il sito.

In questo video possiamo vedere come usare questo plugin.

 

Vediamo il risultato:

CountryAbitantiBandiera
Afghanistan100000
Albania100010
Algeria100020
Andorra100030
Angola100040
Antigua and Barbuda100050
Argentina100060
Armenia100070
Australia100080
Austria100090
Azerbaijan100100
Bahamas100110
Bahrain100120
Bangladesh100130
Barbados100140
Belarus100150
Belgium100160
Belize100170
Benin100180
Bhutan100190
Bolivia100200
Bosnia and Herzegovina100210
Botswana100220
Brazil100230
Brunei Darussalam100240
Bulgaria100250
Burkina Faso100260
Burundi100270
Cabo Verde100280
Cambodia100290
Cameroon100300
Canada100310
Central African Republic100320
Chad100330
Chile100340
China100350
Colombia100360
Comoros100370
Congo100380
Costa Rica100390
Côte d'Ivoire100400
Croatia100410
Cuba100420
Cyprus100430
Czech Republic100440
Democratic People's Republic of Korea (North Korea)100450
Democratic Republic of the Cong100460
Denmark100470
Djibouti100480
Dominica100490
Dominican Republic100500
Ecuador100510
Egypt100520
El Salvador100530
Equatorial Guinea100540
Eritrea100550
Estonia100560
Ethiopia100570
Fiji100580
Finland100590
France100600
Gabon100610
Gambia100620
Georgia100630
Germany100640
Ghana100650
Greece100660
Grenada100670
Guatemala100680
Guinea100690
Guinea-Bissau100700
Guyana100710
Haiti100720
Honduras100730
Hungary100740
Iceland100750
India100760
Indonesia100770
Iran100780
Iraq100790
Ireland100800
Israel100810
Italy100820Italy
Jamaica100830
Japan100840
Jordan100850
Kazakhstan100860
Kenya100870
Kiribati100880
Kuwait100890
Kyrgyzstan100900
Lao People's Democratic Republic (Laos)100910
Latvia100920
Lebanon100930
Lesotho100940
Liberia100950
Libya100960
Liechtenstein100970
Lithuania100980
Luxembourg100990
Macedonia101000
Madagascar101010
Malawi101020
Malaysia101030
Maldives101040
Mali101050
Malta101060
Marshall Islands101070
Mauritania101080
Mauritius101090
Mexico101100
Micronesia (Federated States of)101110
Monaco101120
Mongolia101130
Montenegro101140
Morocco101150
Mozambique101160
Myanmar101170
Namibia101180
Nauru101190
Nepal101200
Netherlands101210
New Zealand101220
Nicaragua101230
Niger101240
Nigeria101250
Norway101260
Oman101270
Pakistan101280
Palau101290
Panama101300
Papua New Guinea101310
Paraguay101320
Peru101330
Philippines101340
Poland101350
Portugal101360
Qatar101370
Republic of Korea (South Korea)101380
Republic of Moldova101390
Romania101400
Russian Federation101410
Rwanda101420
Saint Kitts and Nevis101430
Saint Lucia101440
Saint Vincent and the Grenadines101450
Samoa101460
San Marino101470
Sao Tome and Principe101480
Saudi Arabia101490
Senegal101500
Serbia101510
Seychelles101520
Sierra Leone101530
Singapore101540
Slovakia101550
Slovenia101560
Solomon Islands101570
Somalia101580
South Africa101590
South Sudan101600
Spain101610
Sri Lanka101620
Sudan101630
Suriname101640
Swaziland101650
Sweden101660
Switzerland101670
Syrian Arab Republic101680
Tajikistan101690
Thailand101700
Timor-Leste101710
Togo101720
Tonga101730
Trinidad and Tobago101740
Tunisia101750
Turkey101760
Turkmenistan101770
Tuvalu101780
Uganda101790
Ukraine101800
United Arab Emirates101810
United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland101820
United Republic of Tanzania101830
United States of America101840
Uruguay101850
Uzbekistan101860
Vanuatu101870
Venezuela101880
Vietnam101890
Yemen101900
Zambia101910
Zimbabwe101920

Inserire il codice monitoraggio di Google Analytics in WordPress

Possiamo usare un semplice plugin per monitorare il nostro sito wordpress con il potente Analytics.

In realtà potremmo evitare di usare un plugin semplicemente aggiungendo il codice di monitoraggio all’interno del template, ma per questo tutorial useremo la via più semplice.

Per prima cosa scarichiamo il plugin che si occupa di aggiungere il codice necessario a monitorare.

Cerchiamo questo plugin nella ricerca di WordPress.
Google Analytics Adder With User Id Tracking

Clicchiamo su installa e poi attiva.

Apparirà nella dashboard un nuovo menu come questo:

plugin-analytics

Clicchiamo su Google Analytics Adder.

A questo punto apriamo la un’altra pagina del nostro browser ed entriamo nella pagina di analytics per scovare il nostro codice UA.

Effettivamente trovare questo codice non è cosa semplicissima nell’articolato sistema di Google Analytics.

Per farlo clicchiamo su Amministrazione, in proprietà selezioniamo il sito che vogliamo monitorare, clicchiamo su Codice Monitoraggio e facciamo copia del nostro codice ID Monitoraggio.

A questo punto che abbiamo il nostro codice che appare essere qualcosa simile a UA-1111111-11, torniamo nel nostro wordpress ed incolliamolo, clicchiamo su

Check here to turn on Google Analytics for your site.

plugin-analytics2

Per verificare se il nostro codice di monitoraggio è effettivamente installato, visualizziamo la pagina sorgente del nostro sito e controlliamo che vi sia il codice di analytics.

Access orologio digitale su maschera

Access permette di usare svariate funzioni per ottenere un ottimo orologio digitale vediamo i passi da fare per crearne uno.

Creiamo un nuovo database.

orologiostep1

In questo modo Access ci apre una maschera vuota in modalità struttura dove possiamo creare il nostro orologio digitale.

Per far questo abbiamo bisogno di una semplice casella di testo ed un timer.

Selezioniamo dalla Ribbon progettazione  e clicchiamo sulla casella di testo, per poi disegnarne una sulla maschera.

orologiostep2

Nella finestra delle proprietà selezioniamo la scheda tutte, in “nome elemento”  inseriamo txtora.

orologiostep3

A questo punto andiamo nelle proprietà della maschera, andando a cliccare sul quadrato in alto a sinistra, come mostrato.

orologiostep4

 

Nella finestra delle proprietà in Intervallo Timer mettiamo 1000, in questo modo partirà un timer ogni 1000 millisecondi.

A questo punto creiamo l’evento, selezioniamo “Su timer”, e clicchiamo su [Routine Evento], clicchiamo su puntini di continuazione, a questo punto si apre una nuova finestra corrispondente all’editor di Visual Basic.

orologiostep5

All’interno della routine scriviamo il seguente codice:

TxtOra = Format(Now, “HH:mm:ss”)

Dovremmo avere un risultato del genere, abilitando la visualizzazione maschera.

orologiostep6